“Un uomo perbene”, un anno dopo

Un anno fa veniva pubblicato “Un uomo perbene. Vita di Alberto Giacomelli, giudice ucciso dalla mafia”, pochissime presentazioni per questo libro sulla storia del giudice trapanese (colpa mia che non sono riuscito ad accettare tutti gli inviti arrivati) ma grandissima attenzione per la storia di un uomo semplice ma dimenticato da questo paese.

Per ricevere una copia del libro potete chiederlo scrivendo a libri@salvoognibene.it , acquistarlo dal sito della casa editrice,  su La Feltrinelli, Mondadori, IBS , Amazon e naturalmente in tutte le librerie d’Italia.

Anche padre Puglisi nel Giardino dei Giusti di Brescia

«Il segreto dell’esistenza umana non sta solo nel vivere, ma in ciò per cui si vive» diceva Dostoevskij ne I fratelli Karamazov. Ci vediamo Mercoledì 6 Marzo a Brescia per l’inaugurazione del Giardino dei Giusti.

Tre giorni di celebrazioni

A partire da lunedì 25 febbraio avranno luogo una serie di eventi per ricordare i giusti dell’umanità. Prima a Brescia e successivamente, il 6 e il 7 marzo a Barbariga e Orzinuovi. Per quanto riguarda il Giardino dei Giusti della città, saranno visibili i risultati del progetto di rigenerazione che ha interessato ed interesserà il parco in questi giorni. Il comune di Barbariga inoltre vedrà oltre alla cerimonia anche l’inaugurazione di un nuovo Giardino dei Giusti. Collocato in via Garibaldi, vicino alla Torre passeraia.

I Giusti

Per l’occasione nel novero dei “Giusti” della Giornata Europea anche i premi Nobel per la Pace Lech Walesa, strenuo oppositore del populismo dilagante in Polonia, e Nadia Murad una delle donne yazide rapite dallo stato islamico. Le quali saranno celebrate, con la cerimonia dei cippi, lunedì alle 11.30 al Giardino dei Giusti del Parco Tarello, insieme al partigiano Astolfo Lunardi e il rabbino Giuseppe Laras. A Barbariga invece per l’occasione, saranno ricordati, il 6 marzo alle 11 Don Giuseppe Potieri Don Pino Puglisi. L’ultimo appuntamento giovedì 7 marzo ad Orzinuovi, con la celebrazione di Vittorio Foa, storico antifascista, e i coniugi Giuseppe Gloriotti e Maria Colombi. Eroi locali, che nella loro abitazione di Orzinuovi nascosero una delle sorelle Silbermann, fuggita dalla Germania nazista.

Il nuovo Giardino

Il progetto di rigenerazione del parco di Brescia è stato possibile grazie alla collaborazione degli studenti al secondo anno del dipartimento di architettura d’interni e design della decorazione della LABA. Gli studenti infatti, nelle mura interne del parco, ricorderanno con dei murales artistici, i volti dei 9 Giusti già presenti e dei 4 che saranno aggiunti nella giornata di lunedì.

Articolo tratto da bresciasettegiorni.it